Riaprono i teatri… e riapre il Teatro Rifugio!

Gli amici dell’associazione Smascherati! hanno ricominciato le loro attività, incluse le prove del Teatro Rifugio, e cercano nuovi membri per la compagnia del laboratorio teatrale! Per partecipare basta mettersi in contatto con l’associazione chiamando il 3498618557, visitando il sito web www.humanbeings.it o scrivendo alla pagina Facebook di Human Beings Per chi ancora non conoscesse il...

human beings 2021

Gli amici dell’associazione Smascherati! hanno ricominciato le loro attività, incluse le prove del Teatro Rifugio, e cercano nuovi membri per la compagnia del laboratorio teatrale!

Per partecipare basta mettersi in contatto con l’associazione chiamando il 3498618557, visitando il sito web www.humanbeings.it o scrivendo alla pagina Facebook di Human Beings

Per chi ancora non conoscesse il progetto ricordiamo che è:

un laboratorio in cui persone di tutto il mondo possono incontrarsi, esprimere se stesse e conoscere gli altri attraverso la pratica del teatro. Partendo ciascuno dalla propria storia e dalle proprie esperienze, includendo le specificità linguistiche e culturali di provenienza, la proposta consiste nell’offrire ai partecipanti un’opportunità per ricercare insieme tutto ciò che li accomuna, tutto ciò che rende simili le persone le une alle altre, tutto ciò che ci fa essere “umani”, human beings.

Il laboratorio Human Beings si offre quindi quale luogo di reale e concreta formazione interculturale, in cui la pratica teatrale è utilizzata come mezzo sia di conoscenza che di espressione creativa e comunicativa. Il teatro, infatti, nella sua molteplicità di linguaggi e di possibilità espressive, consente uno scambio ricco e significativo di esperienze umane e culturali. Ciò avviene con maggior forza quando tale scambio si realizza tra persone di culture diverse e tra loro distanti, attraverso il metodo dell’improvvisazione e dell’auto-narrazione. Il passaggio dall’esperienza individuale autobiografica, propria dell’improvvisazione, ad una dimensione teatrale e quindi pubblica, segna inoltre il passaggio da un storia personale a un vissuto collettivo storico e sociale, che può nascere solo attraverso l’incontro con altre soggettività, altre storie di vita e altre culture.

e che è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, si avvale della collaborazione di “Arcisolidarietà Ora d’aria“, “Perusia” e “Unitatis Redintegratio” e del patrocinio di Anci Umbria, della Regione Umbria e del Comune di Perugia.

Related Posts
Leave a Reply
Newsletter