Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

st/AZIONI PASSANTI, spettacolo-evento sul tema dell’integrazione

Montecastrilli – Giovedì 28 dicembre 2017, ore 21:00, presso il Centro Fieristico Lo “spettacolo-evento” st/AZIONI PASSANTI, ideato e diretto da Massimo Manini e Flavio Cipriani in collaborazione con l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Montecastrilli, Benedetta Baiocco, è il primo di un progetto diviso in due parti, sul tema dell’integrazione, che grazie alla partecipazione...

Montecastrilli – Giovedì 28 dicembre 2017, ore 21:00, presso il Centro Fieristico

Lo “spettacolo-evento” st/AZIONI PASSANTI, ideato e diretto da Massimo Manini e Flavio Cipriani in collaborazione con l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Montecastrilli, Benedetta Baiocco, è il primo di un progetto diviso in due parti, sul tema dell’integrazione, che grazie alla partecipazione della Croce Rossa Italiana-Comitato di Avigliano Umbro, delle Associazioni locali e dei singoli volontari che hanno voluto aderire, è stato possibile realizzare. Il lavoro, che media l’utilizzo di differenti linguaggi, è ancora più significativo se è visto nell’ottica di uno “scambio di esperienze di vita”, di un baratto tra le persone, i cui oggetti offerti sono rappresentati dalle proprie esperienze di vita: giovani o mature che siano. In ogni caso, in modo sincero e spontaneo. E allora canzoni, racconti, balli ed immagini, appaiono agli spettatori come suggestioni di “un viaggio dei viaggi”, dove si vedono e si sentono, cose improbabili per uno stesso luogo: tanto, far diventare il Centro Fieristico, un “non luogo”. Sono doni straordinari, meravigliosi che hanno il prezzo inestimabile della vita di ognuno e che mostrano la bellezza dell’involucro con cui sono confezionati: il diverso colore della pelle e della lingua delle persone. É nell’essenza della “forma” che vive il valore di quel “contenuto” che affascina proprio per quella “sorprendente diversità” che non ci aspettiamo. Basta non essere prevenuti, per rendersi conto che l’integrazione, nel rispetto reciproco della propria cultura, non solo è possibile, ma è a portata di tutti e in un modo “straordinariamente semplice”: un atto civile, che dovrebbe esser fatto soprattutto verso noi stessi, incapaci, spesso, ad integrarci coi nostri vicini. Un’occasione insomma, per “vedersi riflettendosi” e “guardarsi per riflettere”: il vero e unico motivo, per cui il teatro è nato.

Related Posts
Leave a Reply
Newsletter