“(S)parlare nel web”, come l’educazione può combattere i discorsi d’odio online

Una scuola che previene e contrasta l’odio e il razzismo online è una comunità educante che assume l’educazione alla cittadinanza – digitale e interculturale – come linea guida educativa La frase con cui si apre “(S)PARLARE NEL WEB: Razzismo online ed educazione alla cittadinanza” racchiude in sé il messaggio principale dell’intero documento, in cui la...

guida razzismo online ismu

Una scuola che previene e contrasta l’odio e il razzismo online è una comunità educante che assume l’educazione alla cittadinanza – digitale e interculturale – come linea guida educativa

La frase con cui si apre “(S)PARLARE NEL WEB: Razzismo online ed educazione alla cittadinanza” racchiude in sé il messaggio principale dell’intero documento, in cui la Fondazione ISMU  ha unito approfondimenti tematici, spunti di riflessione, esperienze e pratiche didattiche, suggerimenti e indicazioni operative, repertori di strumenti e suggerimenti di lettura.

Cinque gli argomenti analizzati, scelti per la loro importanza per la costruzione di un sistema scolastico di qualità:

  • la gestione delle relazioni scuola-famiglia;
  • l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati nel sistema scolastico e formativo;
  • l’hate speech e il razzismo online;
  • l’approccio plurilingue;
  • la formazione dei docenti e dei dirigenti in chiave interculturale

Nei primi due capitoli l’accento sui concetti di pregiudizio, stereotipo, razzismo, e la loro declinazione nella rete digitale crea i presupposti per l’analisi delle risposte del sistema scolastico ai fenomeni di intolleranza online, e agli strumenti pratici che si possono mettere in campo per correggere la situazione.

Particolarmente interessante è anche la parte dedicata ad un tema a noi sempre molto caro, quello della comunicazione, a cura dell’Associazione Carta di Roma con l’UNHCR, in cui ad essere trattate sono la percezione del fenomeno migratorio nei media tradizionali e nei social network, e come dovrebbero essere utilizzati le “parole chiave” e i dati legati alla migrazione per fare una buona informazione.

La guida è online e liberamente consultabile a questo indirizzo: https://www.ismu.org/wp-content/uploads/2020/07/Sparlare-nel-web_Guida-ISMU.pdf

Related Posts
Leave a Reply