Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

 “Si chiamerà Futura”, uno tra i più recenti progetti della Cooperativa Densa

Dopo aver parlato della Cooperativa Densa, ripercorrendo la strada che l’ha condotta all’attuale attività in qualità di impresa sociale impegnata nella promozione dello sviluppo di abilità e competenze artistiche e tecnologiche di bambini e ragazzi, scegliamo di tornare a parlarne per raccontare uno tra i progetti svolti più di recente.   Proprio lo scorso 28...

Dopo aver parlato della Cooperativa Densa, ripercorrendo la strada che l’ha condotta all’attuale attività in qualità di impresa sociale impegnata nella promozione dello sviluppo di abilità e competenze artistiche e tecnologiche di bambini e ragazzi, scegliamo di tornare a parlarne per raccontare uno tra i progetti svolti più di recente.

 

Proprio lo scorso 28 febbraio 2021 si è concluso il progetto “Si chiamerà Futura”. Il percorso, organizzato in una serie di dieci appuntamenti avviati il 20 novembre 2020, ha visto la partecipazione di 15 bambini di età compresa tra i nove e i dodici anni, di cui il 60% bambine. Ad impegnarsi nella frequenza dei corsi previsti dal programma sono stati anche diversi bambini provenienti da famiglie migranti.

Il progetto, svoltosi interamente in modalità di Didattica Digitale Integrata, è stato ideato ed organizzato dalla Cooperativa Densa al fine di perseguire lo scopo di promuovere l’inclusione di genere delle bambine nell’ambito delle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). L’intera proposta è stata infatti sostenuta grazie al finanziamento ottenuto dal Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del bando “STEM 2020”, volto a promuovere la diffusione e il rafforzamento della cultura scientifica nella popolazione femminile, la cui partecipazione nel mondo degli studi e delle occupazioni scientifiche risulta essere ancora molto scarsa se paragonata a quella maschile.

 

“Si chiamerà Futura” si è quindi configurato come un percorso formativo completamente gratuito, in cui gli ambiti della scienza e della tecnologia son stati approfonditi anche per mezzo di tecniche artistiche e motorie oltre che meditative. Gli appuntamenti pomeridiani sono stati dedicati a laboratori scientifici, attività digitali, attività motorie e anche al sostegno nello svolgimento delle consegne scolastiche. Viste le necessità legate all’attuale pandemia, i corsi si sono dovuti svolgere tramite metodologie di didattica a distanza ed anche in considerazione di questo aspetto gli organizzatori hanno scelto di dare spazio ad attività che bilanciassero l’alternanza tra analogico e digitale, così come tra mente e corpo. Al fine di riconoscere pari opportunità di accesso al percorso formativo a tutti coloro che intendessero partecipare, la cooperativa ha inoltre fornito in comodato d’uso gratuito i computer. Ulteriormente, tutti i partecipanti hanno ricevuto un kit completo di cancelleria, microscopi digitali, semi, piante, terriccio e tanto altro materiale utile allo svolgimento delle attività.

 

Il progetto ha quindi condotto le bambine e i bambini a scoprire e sperimentare cosa significhi contribuire allo sviluppo di una comunità vegetale, nell’ambito di un esperimento tanto scientifico quanto artistico. La possibilità per i bambini di fare esperienza diretta di come l’instaurazione di una relazione di cura con la loro piccola comunità conducesse a dei risultati e risvolti concreti, si è configurata come un ricchissimo e prolifico spazio di riflessione sull’ambiente, le sue dinamiche e le modalità per sostenerlo e rispettarlo.

Il percorso si è infine concluso con un incontro in presenza svoltosi nel cortile condominiale del complesso residenziale I Loggi, dove la cooperativa ha sede e nel quale ciascuna bambina e ciascun bambino ha presentato la propria comunità vegetale al gruppo, condividendo con gli altri le proprie esperienze. Le piccole comunità costituiscono oggi una grande comunità collettiva che è custodita e curata nella sede di Densa, dove tutti possono visitarla per apprezzare i risultati dell’impegno di tante bambine e tanti bambini appassionati di scienza. Ad aprile inoltre le comunità saranno messe a dimora negli spazi di verde comune per dare loro la possibilità di crescere.

Leave a Reply
Newsletter