Quello che per i residenti stranieri è bene sapere sulla fruizione dei servizi sanitari sul territorio

La Costituzione, nel rispetto dei principi di uguaglianza e giustizia sociale, con l’art. 32 riconosce il Diritto alla Salute come fondamentale diritto dell’individuo. La legge fondamentale dello Stato italiano non limita la garanzia del diritto alla salute ai soli cittadini o ai residenti, ma lo estende a tutti gli individui, affermando così di fatto il...

La Costituzione, nel rispetto dei principi di uguaglianza e giustizia sociale, con l’art. 32 riconosce il Diritto alla Salute come fondamentale diritto dell’individuo.

La legge fondamentale dello Stato italiano non limita la garanzia del diritto alla salute ai soli cittadini o ai residenti, ma lo estende a tutti gli individui, affermando così di fatto il diritto alla salute di tutti, indipendentemente dallo status. Per poter usufruire dei servizi sanitari sul territorio è, però, necessario conoscerli e conoscere le procedure per iscriversi.

 

Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale

 Se si proviene da paesi extracomunitari e si ha già un regolare permesso di soggiorno è obbligatorio iscriversi al SSN (Servizio Sanitario Nazionale).

Per iscriversi è sufficiente recarsi presso l’Ufficio Anagrafe del Distretto Sanitario Locale.

 

In Umbria, è possibile iscriversi presso:

Distretto Città di Castello – Sportello Accettazione Punto Prelievi dell’Ospedale di Città di Castello – Via Luigi Angelini n. 10 – 06012 Città di Castello (PG)

Distretto Gubbio – Gualdo Tadino – Sportello CUP dell’Ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino – Largo Unità d’Italia n. 1- Loc. Branca – 06024 Gubbio (PG)

Distretto del Trasimeno – Punto di Erogazione di Panicale – Viale Belvedere n.  2  – 06064 Panicale (PG)

Distretto del Perugino – Poliambulatorio Europa – Piazzale Europa – 06100 Perugia (PG)

Distretto Assisano – Centro  di Salute S. Maria degli Angeli – Assisi – Ufficio Back-office Anagrafe – Piano Terra –  Via S. Bernardino da Siena n. 116 –  06081 Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG)

Distretto media valle del Tevere – Casa della Salute di Marsciano (Ex Ospedale) 2° Piano,  Ufficio Back Office CUP-   Anagrafe – Via Piccolotti e Corneli – 06055 Marsciano (PG)

Distretto Sanitario n° 1 Valnerina – Sportello anagrafe presso Palazzo Accica, Via Cavour – 06046 Norcia (PG)

Distretto Sanitario n° 2  Spoleto – Sportello anagrafe presso Palazzina Micheli, Piazza Dante Perilli n. 1- 06049 Spoleto (PG)

Distretto Sanitario n° 3  Foligno – Sportello anagrafe presso Poliambulatori distrettuali, Via dell’ospedale – 06034 Foligno (PG)

Terni – Sportello Anagrafe Assistiti – Terni – scala D – 1  piano, Via Bramante n. 35 – 05100 Terni (TR); URP Terni – Via Bramante n. 37 – piano terra adiacente CUP Aziendale – 05100 Terni (TR);

Amelia – Centro di Salute n. 1 – Amelia – Via 1  Maggio n. 21 – 05022 Amelia (TR);

Narni – Centro di Salute n. 2 – Narni Scalo – Via Tuderte n. 12 – 05035 Narni (TR)

Orvieto – Sportello  Anagrafe Assistiti – c/o Ospedale di Orvieto “S. Maria della Stella” – piano terra – Loc. Ciconia – 05018 Orvieto (TR)

 

Chi ha l’obbligo di iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale

Gli stranieri che hanno l’obbligo di iscrizione al servizio sanitario nazionale sono:

  • gli stranieri regolari con lavoro subordinato o lavoro autonomo
  • gli stranieri che hanno chiesto il rinnovo del titolo di soggiorno, per asilo politico, per asilo umanitario e sono compresi i familiari a carico.

 

Come richiedere l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale

Per l’iscrizione al servizio sanitario nazionale deve essere corrisposto un contributo annuale.

L’iscrizione può essere anche richiesta:

  1. a) dagli stranieri soggiornanti in Italia titolari di permesso di soggiorno per motivi di studio;
  2. b) dagli stranieri regolarmente soggiornanti collocati alla pari.

L’efficacia del servizio sanitario nazionale, termina per mancato rinnovo, revoca o annullamento del permesso di soggiorno oppure per espulsione. In queste ipotesi è la questura che comunica all’A.S.L. la perdita del titolo di soggiorno in capo allo straniero.

 

Cosa comporta l’assistenza sanitaria

Assistenza sanitaria significa avere la possibilità di consultare un medico, fare delle analisi e ricevere delle cure.

In Italia l’assistenza sanitaria, è garantita anche per gli extracomunitari in situazioni non regolari, quindi a coloro che non possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale, sono assicurate le cure ambulatoriali ed ospedaliere.

 

Quali cure sono assicurate

Sono principalmente garantite:

– la tutela sociale della gravidanza e della maternità,

– le vaccinazioni

– la profilassi, la diagnosi e la cura delle malattie infettive ed eventualmente bonifica dei relativi focolai.

Queste prestazioni sono erogate gratuitamente.

 

Pratiche per l’accesso alle strutture sanitarie

L’accesso alle strutture sanitarie da parte dello straniero non in regola con le norme sul soggiorno non comporta nessuna segnalazione alla questura, nessuna denuncia.

Di conseguenza, lo straniero non in regola con le norme relative all’ingresso ed al soggiorno, ha diritto alle cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti o essenziali, anche se continuative, per malattia e infortunio, nelle strutture pubbliche e private convenzionate.

Quest’ultimo, potrà richiedere presso qualsiasi A.S.L. un tesserino denominato S.T.P. (Straniero Temporaneamente Presente).

Con il codice S.T.P. lo straniero ha diritto all’assistenza sanitaria di base, ai ricoveri urgenti e non, ai ricoveri in day hospital, alle cure ambulatoriali ed ospedaliere, urgenti o comunque essenziali, anche se continuative, per malattie o infortunio.

Per risolvere eventuali difficoltà rispetto all’iscrizione al Servizio Sanitario, segnaliamo anche la possibilità di rivolgersi agli uffici Estero dell’Anagrafe Sanitaria.

Inoltre, per trovare informazioni utili IN LINGUA per accedere ai servizi sanitari regionali, consigliamo di consultare il sito: http://www.hfm.unipg.it/index.php/. Health for Migrants è un portale nato dalla sinergia tra Regione Umbria e Università degli Studi di Perugia finanziato con fondi FEI.

Leave a Reply
Newsletter