Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

Prima tappa di “UMBRIA IN TOUR” – espressioni d’ intercultura

Nella giornata di venerdì 20 maggio, presso la Casa dell’Associazionismo sita nel centro storico di Perugia, si è svolta la prima tappa dell’evento “Umbria in Tour”, che fino a giugno si svolgerà in maniera itinerante in varie città dell’Umbria come Terni, Castiglione del Lago, Spoleto e Foligno, creando dei momenti di condivisione e di intercultura...

Nella giornata di venerdì 20 maggio, presso la Casa dell’Associazionismo sita nel centro storico di Perugia, si è svolta la prima tappa dell’evento “Umbria in Tour”, che fino a giugno si svolgerà in maniera itinerante in varie città dell’Umbria come Terni, Castiglione del Lago, Spoleto e Foligno, creando dei momenti di condivisione e di intercultura come espressione finale del percorso progettuale di IMPACT, che è iniziato nel 2019 e che in questi mesi sta volgendo al termine.

Nel bellissimo chiostro in via della Viola, hanno presidiato diversi stand con oggettistica artigianale, una mostra di street art della giovanissima associazione Cubo Club ed altre rappresentanze associative di alcuni partner del progetto, come Aris Formazione e Ricerca, che in questi anni ha gestito gli sportelli di accoglienza PUA nella zona sociale 12. Sono state moltissime le iniziative di TAMAT e Cidis, sempre in prima linea nella promozione dell’integrazione e nella gestione della migrazione nel territorio, che hanno portato le loro testimonianze, anche attraverso l’esposizione di una mostra fotografica e la proiezione video del lavoro svolto, sia a livello locale che nei paesi in via di sviluppo.

Il fil rouge che ha legato i diversi aspetti dell’evento è stata l’espressione, un’espressione artistica ma anche comunicativa, che con gli scritti di “Parole migranti” o con i racconti della “Biblioteca vivente” ha reso possibile un incontro ed un confronto con delle esperienze dirette di migrazione, attraverso il contributo di operatori e mediatori culturali che hanno avuto uno spazio specifico dedicato al dialogo con i partecipanti.

Leave a Reply
Newsletter