Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

Nel mare ci sono i coccodrilli – Fabio Geda

 ‘’Come si fa a cambiare vita così, Enaiat? Una mattina. Un saluto. Lo si fa e basta, Fabio. Una volta ho letto che la scelta di emigrare nasce dal bisogno di respirare. E’ così. La speranza di una vita migliore è più forte di qualunque sentimento.’’  La storia vera di Enaiatollah Akbari e del suo incredibile viaggio...

 ‘’Come si fa a cambiare vita così, Enaiat? Una mattina. Un saluto. Lo si fa e basta, Fabio. Una volta ho letto che la scelta di emigrare nasce dal bisogno di respirare. E’ così. La speranza di una vita migliore è più forte di qualunque sentimento.’’ 

La storia vera di Enaiatollah Akbari e del suo incredibile viaggio dall’Afghanistan all’Italia, viene raccontata, grazie ad una serie di interviste, dall’educatore e scrittore Fabio Geda nel suo terzo libro Nel mare ci sono i coccodrilli.

Enaiatollah ha circa sette anni quando suo padre, che commerciava tra Pakistan, Afghanistan e Iran, perde la vita in uno dei suoi viaggi. Alla porta di casa, si presenta un ricco signore dicendo alla madre di aver subito un danno dal marito e di pretendere da lei, come risarcimento, il figlio. 

Sono gli anni 2000, un periodo di fermento per il fondamentalismo islamico che porta la madre a trovare un modo per nascondere Enaiatollah, decidendo di lasciarlo in Pakistan. Da quel momento inizierà il lungo viaggio del protagonista che si ritroverà a vivere prematuramente da solo, abbandonato a se stesso e alle persone che incontra. Saprà farsi amare e farsi voler bene, riuscendo fortunatamente ad incontrare delle persone che lo aiutano. Dal Pakistan, all’Iran, viaggia verso la Turchia e in gommone arriva in Grecia, per arrivare finalmente in Italia, a Torino, dove costruirà la sua nuova vita. Una speranza sottile e sotterranea non viene mai persa da Enaiatollah, che rimane sempre positivo e ironico verso se stesso e verso la sua storia. 

Un’opera forte, limpida e commovente e importante fonte di comprensione delle dinamiche migratorie e di conoscenza storica dell’Afghanistan. 

Per chiunque sia interessato il testo è disponibile alla lettura nel Centro Documentazione sulla migrazione di Cidis

Per maggiori informazioni: 

https://cidisonlus.org/

Leave a Reply
Newsletter