NEAR – NEwly ARrived in a common home. Un nuovo progetto per l’inclusione dei migranti neoarrivati

É stato appena inaugurato, in questo mese di marzo 2021, l’avvio di NEAR – Newly Arrived in a common home, un nuovo progetto internazionale di durata biennale e finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione. Il progetto verrà implementato in tre Paesi europei tra cui Cipro (Nicosia), Portogallo (Lisbona) e Italia...

progetto NEAR-map-583x453

É stato appena inaugurato, in questo mese di marzo 2021, l’avvio di NEAR – Newly Arrived in a common home, un nuovo progetto internazionale di durata biennale e finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione. Il progetto verrà implementato in tre Paesi europei tra cui Cipro (Nicosia), Portogallo (Lisbona) e Italia (Perugia e Milano). L’attività di coordinamento spetta alla Fondazione Iniziative e Studi sulla Multietnicità ISMU, in qualità di ente capofila, la quale collabora in partenariato con l’umbra Tamat ONG, Cardet ONG (Cipro), AidGlobal (Portogallo), UCSC (Italia).

Riscontrata un’insufficienza nell’ambito dei servizi di orientamento rivolti ai migranti appena arrivati nei territori coinvolti nel progetto, NEAR mira a favorire il processo di integrazione e inclusione dei migranti neoarrivati, sia adulti che minori, durante il loro insediamento nei paesi di accoglienza. Risultando, inoltre, scarso il senso di appartenenza tra comunità locali e migranti, l’obiettivo di NEAR è anche quello di attivare un processo di fiducia reciproca, conoscenza e scambio interculturale tra i migranti e le comunità locali, in modo da contribuire alla costruzione di un senso di appartenenza ad un’unica nuova casa, comune e condivisa.

Al fine di perseguire tali obiettivi, NEAR è organizzato in modo da applicare una strategia di intervento a livello locale, che intende rivolgersi direttamente ad adulti, bambini, studenti universitari, membri e associazioni della diaspora, associazioni di volontariato, comunità locali, cittadini, organizzazioni nazionali ed europee. In questo senso, le attività proposte spazieranno tra molteplici tipologie di intervento. Nell’ambito della formazione, verranno realizzate attività per la promozione della responsabilizzazione degli agenti di comunità – membri delle associazioni della diaspora – che informeranno i migranti neoarrivati, e verrà offerto supporto ai richiedenti asilo e ai titolari di protezione internazionale nel loro percorso di partecipazione al mercato del lavoro. Si favorirà inoltre l’integrazione dei minori neoarrivati, in età scolastica e, allo stesso modo, si fornirà orientamento agli studenti universitari nel loro accesso al percorso accademico. Infine, verranno promossi scambi e interazioni tra le comunità locali e i migranti appena arrivati, attraverso campagne di comunicazione.

Invitiamo tutti gli interessati a seguire la crescita del progetto NEAR collegandosi alla pagina Facebook di Tamat @tamatngo e consultando il sito dell’ente capofila ISMU.

Leave a Reply