Educare all’integrazione: Progetto NEAR

Due giornate di workshop sul tema dell’accoglienza dei nuovi arrivati Il progetto NEAR – NEwly ARrived in a common home, attivo in ambito Europeo, vede proseguire le sue attività anche nel territorio del perugino. Nell’ambito del progetto, grazie alla partecipazione del partner locale umbro Tamat, si sono svolte due giornate di workshop sul tema di...

Due giornate di workshop sul tema dell’accoglienza dei nuovi arrivati

Il progetto NEAR – NEwly ARrived in a common home, attivo in ambito Europeo, vede proseguire le sue attività anche nel territorio del perugino.

Nell’ambito del progetto, grazie alla partecipazione del partner locale umbro Tamat, si sono svolte due giornate di workshop sul tema di educazione e inclusione. I destinatari di questa formazione? I giovani studenti dell’Assisi International School.

Le due giornate, intense e piene di gioia e soddisfazioni, hanno contribuito a costruire nell’immaginario dei bambini un senso di appartenenza ad un’unica “nuova casa comune”.

Visto i benefici e l’importanza di educare all’inclusione, e sensibilizzare alla diversità in giovane età, i workshop educativi rappresentano uno dei punti di forza del progetto. Le attività utilizzano la metodologia di apprendimento informale, con giochi e momenti di svago, riflessione e formazione.

Le attività di laboratorio sono focalizzate sul tema dell’accoglienza dei nuovi arrivati. Nella prima giornata si è lavorato alla creazione di una “città ideale”, con quei servizi che i ragazzi hanno ritenuto essenziali: scuola, salute, lavoro, spazi all’aperto, giochi. Nella seconda, i ragazzi hanno messo in scena una rappresentazione teatrale della propria città ideale.

L’obiettivo di NEAR è quello di favorire l’integrazione dei migranti neoarrivati durante il loro insediamento nei paesi di accoglienza, attivando un processo di fiducia reciproca, conoscenza e scambio interculturale tra i migranti e le comunità locali.

Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione AMIF 2019, ed è coordinato da Fondazione ISMU, in collaborazione con Tamat, CARDET ONG, AidGlobal e Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Leave a Reply
Newsletter