“Dialoghi sul futuro” a Montemorcino, per l’inclusione e la cooperazione internazionale a tutte le latitudini

Il Centro Mater Gratiae di Montemorcino (PG) ospiterà martedì 10 settembre dalle ore 15.30 l’iniziativa pubblica “Inclusione e cooperazione internazionale a tutte le latitudini – Dialoghi sul futuro”. Parteciperanno Tamat ONG, Fondazione ISMU e l’ Ufficio per la Pastorale dei problemi sociali dell’Arcidiocesi di Perugia, in collaborazione con l’Istituto Serafico di Assisi. Il Centro Mater...

Il Centro Mater Gratiae di Montemorcino (PG) ospiterà martedì 10 settembre dalle ore 15.30 l’iniziativa pubblica “Inclusione e cooperazione internazionale a tutte le latitudini – Dialoghi sul futuro”. Parteciperanno Tamat ONG, Fondazione ISMU e l’ Ufficio per la Pastorale dei problemi sociali dell’Arcidiocesi di Perugia, in collaborazione con l’Istituto Serafico di Assisi.

Il Centro Mater Gratiae, dove siamo stati lo scorso maggio per un incontro con le associazioni del territorio e già sede del progetto “ColtiviAmo l’Integrazione” di Tamat ONG e Fondazione ISMU, diventa punto di incontro delle realtà territoriali per confrontarsi sui percorsi, le pratiche e gli strumenti per l’inclusione e la cooperazione internazionale a tutte le latitudini, dall’Umbria all’Africa. Alcune di queste buone pratiche sono quelle perseguite dalla stessa Tamat nell’ambito del progetto RASAD – “Reti d’Acquisto per la Sicurezza Alimentare con il supporto della Diaspora burkinabé d’Italia”, e quelle scaturite dalle esperienze e le competenze dell’Istituto Serafico di Assisi per rendere effettivi i principi di inclusività e favorire processi di integrazione anche delle persone con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali.

Ai problemi sociali, economici e ambientali si risponde con l’unione di forze e con reti che possano agire come comunità educanti e abilitanti dell’incontro e dello scambio con l’altro. Questo è l’obiettivo che anima l’evento: favorire un confronto largo e positivo sui temi dell’inclusione e della cooperazione internazionale allo sviluppo per una società aperta, giusta, accogliente, capace di cogliere e trasformare le sfide della migrazione in opportunità di crescita e sviluppo sostenibile e responsabile, anche a partire da progetti di rientro volontario assistito e di sostegno all’avvio di lavoro autonomo.

Il programma prevede i saluti del direttore dell’Ufficio per la Pastorale dei problemi sociali, del lavoro e per la custodia diac. Carlo Cerati e da un estratto del video documentario prodotto da Tamat LAMBE’ sulle esperienze socio-lavorative che si stanno portando avanti nel parco agrosolidale urbano di Montemorcino.

Seguiranno gli interventi del professor Vincenzo Cesareo (Segretario Generale Fondazione ISMU Centro Studi) e del card. Gualtiero Bassetti, sul lavorare in rete per la promozione di una buona integrazione.

Interverranno la dott.ssa Maria Assunta Rosa (V. Prefetto, Dirigente Autorità di Gestione del F.A.M.I – Ministero degli Interni), il direttore generale di Tamat ONG dott. Piero SUNZINI e l‘avv. Francesca Di Maolo (Presidente dell’Istituto Serafico di Assisi su inclusione e disabilità). A moderare gli incontri Ilaria Solaini, giornalista di Avvenire .

Di seguito il programma della giornata:

 

programma Dialoghi sul futuro

 

Per maggiori informazioni si può contattare la Segreteria organizzativa di TAMAT:

Colomba DAMIANI: comunicazione@tamat.org, cell. 3479762589 – Vito Simone FORESI: simone.foresi@tamat.org, cell. 3927332790

Related Posts
Leave a Reply
Newsletter