Il nuovo corso per mediatori culturali di Cidis e CSC, in partenza da fine aprile

È soprattutto nel lavoro delle associazioni, in particolare quelle che più hanno a che fare con stranieri e migranti, che la figura del mediatore culturale-linguistico trova il suo ambiente di lavoro. Cidis Onlus e CSC-Credito Senza Confine, che da anni gestiscono il servizio regionale di mediazione culturale, mettono a frutto la propria esperienza nel settore,...

formazione mediatori

È soprattutto nel lavoro delle associazioni, in particolare quelle che più hanno a che fare con stranieri e migranti, che la figura del mediatore culturale-linguistico trova il suo ambiente di lavoro.

Cidis Onlus e CSC-Credito Senza Confine, che da anni gestiscono il servizio regionale di mediazione culturale, mettono a frutto la propria esperienza nel settore, organizzando un percorso formativo per mediatori ed operatori che lavorano nel campo dell’immigrazione.

Il corso, parte dell’azione di capacity building del progetto IMPACT, si terrà interamente online, in diretta streaming sulla piattaforma Zoom. La prima edizione da fine aprile all’inizio di luglio, sarà seguita da una seconda a partire dal mese di settembre.

Per l’edizione in partenza questo mese gli incontri sono programmati lunedì e venerdì mattina a partire dalle 9.30

Il percorso formativo punta a offrire ai mediatori gli strumenti per dare assistenza da un lato ai migranti che hanno bisogno di comprendere le specificità del sistema sociale, culturale (e soprattutto burocratico) del Paese di accoglienza, ed essere supportati nel percorso individuale di integrazione; e dall’altro ai soggetti pubblici e privati, per superare difficoltà comunicative e erogare efficacemente i servizi all’utenza straniera.

Perché questo sia possibile, il percorso è diviso in moduli che toccheranno i diversi aspetti e i vari campi di applicazione della mediazione culturale, sempre con l’apporto di esperti dei diversi settori, professionisti dal mondo dell’associazionismo, e mediatori esperti:

  • L’attività del mediatore, dal punto di vista deontologico, metodologico e degli strumenti a sua disposizione;
  • l’accoglienza, con approfondimenti su tematiche riguardanti le normative vigenti, l’accesso ai servizi, le questioni di genere, e la mediazione con minori stranieri non accompagnati;
  • l’ambito socio-sanitario dal punto di vista etnografico e medico, ed i servizi offerti dal sistema sanitario in Umbria;
  • la scuola, attraverso l’analisi della normativa, dei modelli educativi, e degli strumenti a cui può rifarsi il mediatore per facilitare l’ingresso degli studenti nella scuola e l’integrazione attraverso il percorso scolastico;

È possibile iscriversi fino al 22 aprile compilando il form online a questo link e inviando alle email dell’Agenzia di Mediazione (mediazione@cidisonlus.org oppure mediazione@cooperativacsc.it):

  • il proprio CV firmato e datato
  • copia del documento d’identità, permesso di soggiorno e Carta d’identità (o passaporto)
  • copia della ricevuta di rinnovo del permesso di soggiorno (se in fase di rinnovo)

 

La selezione verrà fatta in base al CV e all’ordine di arrivo delle domande di iscrizione

Per tutte le informazioni riguardanti il percorso formativo è possibile contattare l’Agenzia di Mediazione  all’indirizzo mediazione@cidisonlus.org

Related Posts
Leave a Reply
Newsletter