Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

Accendi anche tu una luce per i diritti umani. Colloquio con Flavio Lotti, Coordinatore Nazionale di Tavola della pace

Il 10 dicembre la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ha compiuto 69 anni. Per ricordare l’importanza di questo documento e dei principi che difende, Tavola della pace, insieme ad associazioni ed enti che operano sul territorio, ha organizzato la manifestazione Accendi anche tu una luce per i diritti umani, contro ogni forma di violazione dei...

Il 10 dicembre la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani ha compiuto 69 anni.

Per ricordare l’importanza di questo documento e dei principi che difende, Tavola della pace, insieme ad associazioni ed enti che operano sul territorio, ha organizzato la manifestazione Accendi anche tu una luce per i diritti umani, contro ogni forma di violazione dei diritti e della dignità umana, di violenza, silenzio e rassegnazione.

 

 

L’evento si è svolto domenica scorsa in Piazza della Repubblica a Perugia e ha visto la partecipazione di rappresentanti delle associazioni coinvolte, di organizzazioni impegnate nella difesa dei diritti umani, degli operai della Perugina in lotta per il proprio posto di lavoro, esponenti del mondo del teatro umbro, giovani “di seconda generazione”, nati in Italia ma non ancora riconosciuti come cittadini italiani, persone fuggite dalla guerra e dalla povertà dei loro paesi di origine e operatori dell’intercultura.

 

               

 

Flavio Lotti, Coordinatore Nazionale di Tavola della pace, ha raccontato a Umbria Integra qual è stato il senso della manifestazione e quali sono le iniziative e i progetti in cantiere, alla vigilia del 70° anniversario della Carta dei diritti fondamentali.

 

“L’idea nasce dalla volontà di inaugurare l’anno dei diritti umani, un anno che, alla vigilia del 70° anniversario della Dichiarazione Universale, vogliamo dedicare alla promozione di una cultura della politica dei diritti umani. Abbiamo bisogno di riprendere tra le nostre mani questa Carta che è un po’ una bussola per affrontare il tempo difficile che abbiamo davanti e che ci può aiutare a scampare i pericoli che si addensano all’orizzonte, in un mondo in cui cresce la conflittualità e l’esercizio della prepotenza da parte dei più forti ha conseguenze anche tragiche sulla vita di interi popoli.

L’idea è di costituire un gruppo di persone, anche qui a Perugia, che tutti i giorni cercano di promuovere il rispetto dei diritti umani, lavorando per il riconoscimento di ciascuno di questi diritti, le cui violazioni possono riguardare persone nate nel nostro paese o che arrivano da altre parti del mondo. Per questo domenica è stato molto bello ritrovarci con i rappresentanti degli operai della Perugina, con persone che lavorano per difendere i diritti umani nel mondo, con i migranti che arrivano da tante parti del nostro pianeta e che ora sono qui, a cercare un futuro nella nostra comunità, insieme con i ragazzi delle seconde generazioni, che ancora non hanno visto riconosciuto il loro diritto alla cittadinanza che è uno dei diritti fondamentali oramai riconosciuti dall’intera comunità internazionale. Per far crescere l’educazione e la cultura dei diritti umani.”

 

             

 

Quali iniziative e progetti riserva l’anno dei diritti umani in Umbria?

“I progetti sono molti, quello principale investe il mondo della scuola e in generale tutti gli educatori. L’obiettivo è quello di inserire pienamente l’educazione ai diritti umani nell’ambito dei programmi formativi di tutte le scuole. Non ci si può occupare dei diritti umani una volta ogni tanto, solo quando succede una qualche tragedia. Purtroppo ancora oggi la cultura dei diritti umani non viene promossa a scuola, se non in maniera molto episodica. Abbiamo bisogno di un vero salto di qualità, perché la cultura dei diritti umani contiene quegli elementi essenziali per l’educazione alla cittadinanza che dovrebbe essere al centro dei programmi scolastici.

Il secondo programma è quello che ci porterà ad organizzare, il prossimo 7 ottobre 2018, una nuova edizione della marcia PerugiAssisi. Sarà una marcia diversa da tutte le altre perché vogliamo che diventi un’occasione non solo per denunciare le cose che non vanno, ma soprattutto per riunire tutte quelle persone che ogni giorno, in silenzio, senza essere illuminati dai riflettori dei mezzi di comunicazione, sono impegnati nella cura degli altri, nella cura dell’ambiente, di tutti quei problemi che devono essere affrontati e risolti. La prossima marcia PerugiAssisi vuole proprio essere un’occasione di incontro di persone che non si limitano a chiedere il rispetto dei diritti umani, a chiedere pace, ma che vogliono impegnarsi quotidianamente per realizzarli.”

 

                     

 

                    

 

Per dare vita a tutte le iniziative che si organizzeranno per l’anno dei diritti umani in Umbria, si sta formando il Comitato per il °70 Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, sulla base di un APPELLO dal titolo “In spirito di fratellanza” che è possibile trovare qui: http://www.perlapace.it/in-spirito-di-fratellanza/.

 

Related Posts
Leave a Reply
Newsletter