Prossimi eventi

Deprecated: Il file /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-content/plugins/the-events-calendar/src/views/widgets/list-widget.php è deprecato dalla versione 5.13.0 senza alcuna alternativa disponibile. On version 6.0.0 this file will be removed. Please refer to https://evnt.is/v1-removal for template customization assistance. in /home/customer/www/umbriaintegra.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5579

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

6 febbraio: una Giornata per dire no alle Mutilazioni Genitali Femminili

Ogni anno, dal 2012, il 6 febbraio si celebra la Giornata internazionale della tolleranza zero per le Mutilazioni Genitali Femminili –MGF. Questa giornata di sensibilizzazione è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e dall’Inter-African Committee on Traditional Practices – IAC. Per il 2022 il tema di approfondimento scelto è “Accelerare gli investimenti per porre...

Ogni anno, dal 2012, il 6 febbraio si celebra la Giornata internazionale della tolleranza zero per le Mutilazioni Genitali FemminiliMGF.

Questa giornata di sensibilizzazione è stata istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e dall’Inter-African Committee on Traditional Practices – IAC.

Per il 2022 il tema di approfondimento scelto è “Accelerare gli investimenti per porre fine alle mutilazioni genitali femminili”.

Per Mutilazione Genitale Femminile si intende una qualunque lesione agli organi genitali femminili per ragioni non terapeutiche che può produrre conseguenze molto invalidanti per le donne.

Tali pratiche sono eseguite su bambine e adolescenti principalmente in alcuni Paesi dell’Africa e dell’Asia, ma non solo, è un fenomeno che si configura come globale.

Le Mutilazioni sono riconosciute a livello internazionale come una violazione dei diritti umani delle donne e delle ragazze, incluso il loro diritto di integrità fisica, di protezione e sicurezza, di benessere fisico e mentale.

Le mutilazioni genitali femminili sono violazioni radicate nelle diseguaglianze di genere che creano e sostengono uno squilibrio dei poteri che limita l’accesso alle risorse e alle opportunità e impediscono alle ragazze e alle donne di esercitare i propri diritti e le proprie potenzialità.

Nell’Agenda dello Sviluppo delle Nazioni Unite, tra i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, sono menzionate le pratiche di MGF. L’obiettivo SDG n.5, sul Gender Equality, al punto 5.3 recita “eliminate all harmful practices, such as child, early and forced marriage and female genital mutilation”.

L’eliminazione delle pratiche di MFG è dunque riconosciuta come una delle aree di azione e intervento su scala internazionale per raggiungere condizioni di benessere e sviluppo.

A livello globale, il COVID-19 minaccia i risultati finora raggiunti nella lotta per porre fine alle MGF.

Secondo il rapporto di UNFPA – l’agenzia delle Nazioni Unite per la popolazione, a causa delle limitazioni relative alla pandemia, si prevede una riduzione di un terzo dei progressi fatti finora per l’eliminazione delle MGF entro il 2030.

A causa delle interruzioni legate al COVID-19 di molti programmi di prevenzione, nel prossimo decennio potrebbero verificarsi circa due milioni di casi di MGF che sarebbero stati altrimenti evitati.

Leave a Reply
Newsletter